Consulenza Psicologica - Counseling

Nella nostra vita esistono delle problematiche che non rientrano in determinati quadri sindromici classicamente definiti nei manuali di psicopatologia. Sono situazioni in cui proviamo emozioni, pensieri e comportamenti che non generano un disagio estremo, non sono particolarmente frequenti nella quotidianità o la loro durata non è così prolungata da essere un ostacolo al funzionamento generale della persona. Ne sono un esempio i disagi nell’adattamento nei contesti relazionali in cui ci troviamo (scuola, lavoro, svago, coppia, amici) o gli stati d’ansia subclinici.

Ma non solo, a volte possiamo avere difficoltà a prendere delle decisioni, a rendere più piacevole una relazione affettiva o a trovare delle strategie più efficaci per relazionarci con amici o colleghi.

In questi, come in molti altri casi, la Consulenza Psicologica, detta anche Counseling psicologico, può essere risolutiva.

Durante gli incontri di Consulenza Psicologica lo psicologo supporta le potenzialità del cliente per favorire il suo orientamento verso comportamenti e pensieri che possano sviluppare una migliore qualità della vita tramite una maggiore consapevolezza, proattività e assertività.

La Consulenza Psicologica o Counseling può rivolgersi all’Infanzia, all’Adolescenza e all’Età Adulta.

Infanzia

In questa fase della vita, uno sviluppo armonico del bambino dipende da un’adeguata evoluzione della sua sfera affettiva, cognitiva e sociale. Comprendere l’ambiente relazionale e famigliare di sviluppo permette di prevenire e intervenire per superare specifiche problematiche legate a questo peculiare stadio evolutivo.

In questa fase, la Consulenza Psicologica o Counseling può:

  • Fornire un luogo sicuro in cui comunicare le proprie emozioni, positive o negative che siano, e riflettere su di esse con competenza e professionalità
  • Migliorare le competenze individuali e relazionali, aumentando sia il livello di socialità che del potenziale individuale
  • Supportare i genitori aumentandone le competenze in rifermento alle tematiche della didattica, della formazione e dell’educazione
  • Aumentare le capacità di cooperazione, comunicazione, sostegno del singolo, rispecchiamento e risonanza emotiva
  • Incrementare l’efficacia e l’efficienza delle azioni intraprese nello sviluppo delle competenze

Adolescenza

In adolescenza avviene un passaggio fondamentale dall’infanzia all’età adulta. In questo passaggio l’adolescente è posto davanti a una serie di eventi critici e compiti di sviluppo che possono ingenerare stress e disagio sia a livello intrapsichico che interpersonale. In questa particolare fase, l’individuo si trova a superare una disorganizzazione temporanea per progressivamente costituire la propria identità personale e sociale.

In questa fase, la Consulenza Psicologica o Counseling può:

  • Favorire la comprensione della peculiare fase di vita in cui l’adolescente si trova (compiti di sviluppo, situazioni relazionali, esperienze sentimentali)
  • Sostenere il sistema famiglia nel fornire risorse psicologiche ed emotive adeguate al superamento dei momenti critici
  • Aumentare la percezione di competenza genitoriale nella coppia
  • Promuovere la comunicazione genitori-figli
  • Favorire l’acquisizione di una maggiore sicurezza personale e fiducia nelle proprie capacità personali

Età Adulta

L’età adulta rappresenta il compimento di uno sviluppo personale durato molti anni. In questa fase si fanno i conti con i compiti di sviluppo, superati o meno, con le situazioni sociali gestite o evitate e con la sfera del sé, intesa come la rappresentazione di se stessi e il rapporto con la propria dimensione interpersonale, costruita negli anni precedenti.

In questa fase, la Consulenza Psicologica o Counseling può:

  • Sostenere e promuovere le capacità della persona nel ripristinare un’espressione di sé autentica, creativa e reale
  • Favorire un equilibrio emotivo ottimale
  • Aumentare la capacità di tollerare le frustrazioni
  • Incrementare le capacità sociali e la comprensione delle dinamiche interpersonali
  • Promuovere la comprensione dei propri bisogni emotivi e di quelli degli altri
  • Favorire la comprensione del naturale e necessario equilibrio relazionale tra il dare e il ricevere

Regolamentazione

La legge italiana (Legge 56/89) sancisce che il Counseling Psicologico può essere svolto solo da uno psicologo regolarmente iscritto all’Albo professionale degli Psicologi.

Per svolgere l’attività di Counseling Psicologico in Italia è obbligatorio Art. 1 della Legge 56/89:

  • laurearsi in Psicologia (Laurea Specialistica/Magistrale, 5 anni di studio);
  • svolgere un tirocinio post-lauream della durata di un anno;
  • conseguire l’Abilitazione all’esercizio della professione mediante Esame di Stato;
  • iscriversi all'Albo professionale degli Psicologi;

L'iscrizione all’Ordine degli Psicologi è la condizione necessaria per poter lavorare ed esercitare l'attività in Italia.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.